Il Coro

Coro SS. Crocifisso Monreale 2016Il coro del SS. Crocifisso nasce come coro parrocchiale nel 2001 su spinta dell’allora parroco Don Mario Campisi che chiama un gruppo di giovanissimi a farne parte sotto la direzione del giovane organista Giuseppe Antista. Il coro, che attualmente è formato da circa 20 coriste non professioniste, ha maturato nel corso degli anni un percorso musicale con un repertorio che inizialmente era principalmente costituito da brani di autori di musica per i giovani come Buttazzo, Ricci, Rossi, Semprini, Serapiglia, Palmitessa… mentre negli ultimi anni si è arricchito con la riscoperta di canti tradizionali, del canto gregoriano e di autori contemporanei come Liberto, Frisina, Parisi, e Lécot. Il coro è inoltre particolarmente impegnato nel tramandare gli inni tradizionali che ogni anno vengono eseguiti durante il solenne novenario in onore del SS. Crocifisso che si tiene dal 24 aprile al 3 maggio. Dal 2010, anno della soppressione della parrocchia e, contestualmente, dell’istituzione del Santuario, il coro ha continuato a svolgere il suo servizio nell’animazione delle principali liturgie che qui si svolgono. Il 3 maggio 2014, grazie alla volontà del rettore don Giuseppe Salamone, è stato ufficialmente costituito il “Coro del Santuario SS. Crocifisso” con l’approvazione del suo statuto da parte dell’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi.

Il coro ha visto negli anni la preziosa collaborazione di tanti musicisti monrealesi come del maestro G. Madonia diplomato in trombone che attualmente ne è anche il vicedirettore, del maestro C. Montalto diplomato in tromba, di G. Alisena diplomato in tromba, dei maestri E. Di Miceli e Danilo Lo Presti violinisti e di F. Cordaro organista.
Come recita lo statuto compito principale del “coro del SS. Crocifisso” è quello di “animare col canto le celebrazioni liturgiche, secondo i principi dei documenti conciliari e, in particolare, della Costituzione conciliare “Sacrosanctum Concilium”, dell’Istruzione “Musicam Sacram” e del Sinodo diocesano, nella consapevolezza che la sua attività deve essere esemplare per tutti i fedeli e per eventuali altri gruppi che in santuario collaborassero all’animazione liturgica.

Statuto del coro